Demoni Urbani

Il lato oscuro della città

L’angelo sterminatore

È forse l’unica donna serial killer della storia d’Italia. Milena Quaglini, classe 1957, nata in una modesta famiglia della provincia pavese, da vittima si è trasformata in carnefice, uccidendo due uomini che l’hanno a loro volta stuprata. Il suo è il primo caso nazionale del genere. Dopo un’infanzia difficile dovuta alla presenza di un padre che la picchiava, e un primo matrimonio da cui ha avuto un figlio maschio, Milena conosce quello che diventerà il suo secondo marito, Mario Fogli, un uomo violento che aprirà la strada al suo primo omicidio, quello di Giusto Dalla Pozza, 80 anni, e che sarà la sua seconda, ma purtroppo non ultima, vittima.
La donna è morta nella sua cella nel carcere di Vigevano, strangolandosi con dei pezzi di lenzuolo e appesa al gancio per appendere gli abiti del suo armadietto in acciaio.

Credits

Un programma di Simone Spoladori
Condotto da Francesco Migliaccio
Episodio scritto da Maria Cristina Benfenati
Sound design di Sara Varricchione
Produzione Ilaria Villani per #NoEthicsNoBrand