Demoni Urbani

Il lato oscuro della città

Un uomo troppo qualunque

Il Mostro di Bolzano ha colpito in Alto Adige tra il 1985 e il 1992. Quattro prostitute e una studentessa di 15 anni le vittime di Marco Bergamo, operaio saldatore.
Il presidente della Corte d’assise, il dottore Martinolli dirà: «Bergamo è giunto alla perversione estrema: l’omicidio per godimento. Dopo il primo assassinio ha scoperto che uccidendo appagava il suo piacere, e nello stesso tempo distruggeva l’oggetto temuto e odiato: la donna. […] Per Bergamo, uccidere rappresentava ormai l’estrema perversione sadica, la modalità più forte per possedere la donna».

Credits

Un programma a cura di Simone Spoladori
Condotto da Francesco Migliaccio
Scritto da Giacomo Zito
Sound design di Sara Varricchione
Produzione Ilaria Villani per #NoEthicsNoBrand